Il territorio Bellunese

Ambiente paesaggistico e percorsi naturalistici

Nella fitta trama di sentieri e mulattiere che attraversano il Comune sviluppandosi per chilometri dal fondovalle alla sommità vi sono sentieri tracciati per trekking a piedi, a cavallo e per la mountain bike.

Percorsi:

  • giro di Melere (16 km.)
  • giro delle ville (11,5 km.) **
  • Brent de l'Art * 

 

*Brent de l’Art

Si tratta di una delle bellezze naturalistiche più interessanti della nostra vallata oltre ad essere una delle poche configurazioni geologiche d’Europa con tali caratteristiche. Meta di studio per le università, è un ambiente incontaminato e ricco di spunti storici e ambientali.

Un po’ di storia

Il termine Brent – Brenta solitamente in Valbelluna indica un torrente che scorre in fondo ad una valle profonda e più o meno stretta, da qui il termine “Brentana “che identifica il momento in cui il corso d’acqua dopo numerosi giorni di pioggia

I detriti assieme alla piena d’acqua, una volta entrati nel canyon creano dei mulinelli, sbattono  intensa e persistente si ingrossa ed aumenta di velocità. Tutto questo unito al trasporto di materiale (sassi e piante) ed alle strette valli rocciose in cui l’acqua passa, amplifica notevolmente il rumore come non accade sulle normali valli aperte.

I detriti assieme alla piena d’acqua, una volta entrati nel canyon creano dei mulinelli, sbattono sulle pareti scavando la roccia e fluiscono poi a valle. Si presume che l’opera di scavo naturale più importante sia durata dai 10.000 ai 15.000 anni, in coincidenza con il disgelo dopo la fine della glaciazione wurmiana (8.000-10.000 anni prima di Cristo) e continui, anche se in maniera molto più debole anche adesso.

 Non è raro trovare sulle anse più strette e curve molti sassi ruvidi ma di forma quasi sferica, sono i sassi che vorticano in
cerchio sulle pareti dei Brent e modellano come un bravo scultore la roccia. La “Scaglia Rossa” cretacea, roccia formatasi appunto nel Cretaceo Superiore (90-65 milioni di anni fa) è formata da depositi di fanghi carbonatici mescolati a gusci foraminiferi platonici è un materiale facilmente erodibile, ma presenta una buona stabilità verticale ed è la roccia presente sui Brent de L’Art con i sui strati calcareo marnosi bianchi e rossi, con interstrati di argille rosse e grigio-verdoline.

 

La visita ai Brent

Dalla piazza di Trichiana si seguono le indicazioni per S. Antonio o Passo S. Boldo (Strada dei 100 giorni) e dopo circa 5 km si arriva all’abitato di S. Antonio appunto. 

In prossimità della piazzetta dopo la Farmacia e prima del bar Posta c’è un strada a destra con cartello Brent de l’Art. si prende questa strada che dopo 500 metri circa diventa sterrata (località Col de Varda) e la si percorre fino al parcheggio segnalato in località Calcherola. Qui si parcheggia l’auto e si parte a piedi. Ci si trova davanti ad un bivio, si prende la strada che scende a sinistra. La strada diventa poi un sentiero a gradoni e porta in 5 minuti di discesa al ponte Brent, e quindi all’imbocco del Brent Grande. La strada del ritorno sarà la stessa.  Il vecchio ponte è stato in loco fino all’alluvione del 1966 quando è stato distrutto dalla piena ed è stato ricostruito circa una decina di anni fa. Il ponte era molto usato una volta, perché nelle vicinanze c’erano le calchere (fornaci per produrre la calce) e perché molta gente passava per i Brent quando dalla parte alta di Mel doveva arrivare a Trichiana e a S. Antonio, per il ponte passavano anche i morti nelle casse e se dovevano passare da un comune all’altro i parenti dovevano pagare come da legge una tassa.

Dal ponte si può ammirare l’imboccatura del Brent Grande in tutta la sua maestosità. A destra appena dopo la bacheca informativa situata prima del ponte si può salire di qualche metro facendo un gradone ed addentrarsi sul lato destro del Brent. In inverno se il freddo di gennaio e febbraio è intenso e lungo il corso d’acqua si forma no strato sufficientemente spesso di ghiaccio, ci si può addentrare fino nelle anse più in fondo ed in annate molto fredde (ormai rare) si arriva ad attraversare il Brent Grande per intero fino alla Marmitta d’uscita. In estate per i meno freddolosi e chiedendo alle guide alpine specializzate, si percorre il tragitto a nuoto con muta da sub e salvagente. Se d’inverno sono le grandi e bianche colate di ghiaccio le protagoniste, nelle altre stagioni è un’esplosione di colori, con l’acqua che diventa color smeraldo e le varie rocce multicolore creano uno spettacolo per gli occhi di chi guarda.  Nella valle, da ponte Brent, si possono vedere ancora altri orridi e formazioni rocciose, attraversando il ponte e seguendo la mulattiera che porta a Val di Botte.

 Dopo circa un centinaio di metri ci si trova davanti ad un altro corso d’acqua, affluente dell’Ardo, lo si risale a destra e dopo più 50 metri a sinistra si vede un Brent molto stretto e particolare, è il Brent della Val di Botte. Un'altra formazione è presente appena dopo questo Brent, guardando la stretta roccia si prosegue lungo l’affluente principale alla propria destra per un centinaio di metri e si vede un altro Brent anche questo poco conosciuto e situato a valle della Val Crosentana. Se questo è poco visitabile, le forre del Brent della Val di Botte, si possono vedere dall’alto, ritornando indietro alla mulattiera e prendendo la strada a destra in direzione Val di Botte. La strada sale a destra dell’Ardo per un dislivello di circa 70 metri e quando dal fondo ghiaioso, si passa a quello lastricato, si possono ammirare gli orridi dall’alto, bisogna prestare molta attenzione e non sporgersi troppo perché la caduta avrebbe conseguenze tragiche. Il Brent Rizzo è un altro posto da visitare, soprattutto in inverni rigidi e con ghiaccio spesso e resistente, per trovarlo basta risalire il torrente Ardo dal ponte Brent e dopo circa una ventina di minuti iniziano le gole del canyon che si fanno via via più strette, e l’acqua sempre più profonda e blu. Quando le cascate di ghiaccio aumentano di volume nel punto più stretto fra le rocce, ostruiscono il passaggio e bisogna tagliarle con la motosega per aprire un pertugio e passare oltre. 

Per il ritorno alla macchina è sempre più facile fare la strada a ritroso. Altri Brent che possono essere visti scendendo semplicemente dalla macchina, sono quelli di Confos (ponte delle Valli) alto 20 metri e Campedei alto 21 metri, situato sotto il ponte delle Donne che è caratterizzato da tre ponti posti uno sopra l’altro dal più vecchio al più recente. Nelle escursioni invernali è consigliabile come già detto non sfidare la scivolosità delle foglie umide e del ghiaccio e quantomeno la resistenza di quest’ultimo se non si è sicuri, della tenuta perché la caduta in acqua può portare traumi, ipotermia ed annegamento. Per le escursioni un po’ più avventurose ci sono le guide alpine, anche per il canyoning estivo, perché oltre ai Brent de l’Art in provincia di Belluno ci sono tante formazioni simili e con salti di roccia e cascate molto alti (Val di San Mamante a Castion, Val Maggiore in Alpago, Val Maor a Mel, per citarne alcune) da percorrere in tutta sicurezza con chi lo fa di mestiere e con le attrezzature adatte. Detto questo per un giro fino a ponte Brent e ritorno per lo stesso sentiero è alla portata dell’escursionista medio. Per chi non li ha mai visitati arrivare anche solo al Brent Grande e trovarselo davanti è una forte emozione e ripaga della strada fatta. Ricordo inoltre che sotto la bacheca vicina al ponte Brent c’è una cassettina come quelle che si trovano sulle cime Dolomitiche, al cui interno troverete un libricino su cui scrivere le Vostre emozioni. Un consiglio è quello di visitare i Brent nelle varie ore della giornata e durante tutto l’anno per cogliere le più svariate condizioni cromatiche e luminose possibili. Nel Nostro comune troverete un’ampia scelta di attività ricettive e di ristorazione per prolungare la vostra permanenza qui, accolti nella splendida cornice della Valbelluna.

  • Itinerario Gregoriano

Passeggiate in montagna:

  • m. Frontal (1.150 m. s.l.m.)
  • m. Boral (1.156 m s.l.m.)
  • m. Cimone (1.292 m s.l.m.)

Ville storiche *

Sono per lo più di tipo rurale ed edificate nell'arco di 4 secoli. Si differenziano dalle ville venete palladiane per le dimensioni minori dovute alle condizioni economiche più povere. Formano un itinerario storico-turistico percorribile sia a piedi che in bicicletta (o a cavallo).
-villa Montalban, XVIII sec., Pialdier;

Risultati immagini per villa piloni trichiana
-villa Alpago Novello, XVIII sec., Frontin;

Risultati immagini per villa piloni trichiana
-villa Agosti, XIX sec., Villanova;

Risultati immagini per villa piloni trichiana
-villa Piloni, XVI sec., Casteldardo;

Immagine correlata

-villa Piloni, XVII sec., Carfagnoi;

Risultati immagini per villa piloni casteldardo
-villa Girlesio, XVII sec., S. Antonio Tortal.
link per il giro delle ville >>

Trichiana Paese del libro

Trichiana il paese del libro

Nel 1972 i fratelli Angelo Aldo (1921/88) Mario (1926/87) e Renzo (1928/87), con Beatrice Merlin, librai d’origine trichianese, promossero, in accordo con l’allora Amministrazione Comunale, la costruzione a Trichiana di una Biblioteca Civica. I tre fratelli e le librerie associate effettuarono una cospicua donazione di libri. La Biblioteca venne inaugurata nel 1974 e dedicata ad Enrico Merlin, giovane libraio trichianese prematuramente scomparso. Sempre su iniziativa dei promotori, fu proposta l’intitolazione di Trichiana quale “Paese del libro”. A onorare questo riconoscimento, attribuito dall’allora Presidente Sandro Pertini, L’Amministrazione Comunale si assunse l’impegno di organizzare un Premio Letterario di rilevanza nazionale.
Il Premio, tuttora in vita, vide la prima edizione nel 1990. La premiazione avviene nella prima settimana del mese di giugno ed é accompagnata da un corollario di eventi culturali.

Calendario delle principali manifestazioni

 

EVENTI 2017

 

  • GIOVEDI 30 MARZO 2017   alle ore 20.30 presso il Palazzo delle Contesse di Mel 

    l’ arch. Attilia Troian   tratterà il tema : “EVOLUZIONE STORICA NELL'ARTE DEI GIARDINI”
     
    SABATO 1°  APRILE 2017  alle ore 15.00   presso la   Chiesa di Colderù di Lentiai  
    Con Enrico Tonin e Michele Vello  “ SULLE TRACCE DI UNA DECORAZIONE PERDUTA”
     
     Vi informiamo inoltre con piacere che :

     dal 16 aprile al 1° maggio presso il Castello di Zumelle avrà luogo la grande manifestazione di primavera “Il Castello incantato : storie disney animano Zumelle”
    La magia Disney trasformerà il castello in un luogo da favola, principi, eroi, principesse e molti altri personaggi accompagneranno grandi e piccini in un mondo incantato.

    Trovate il programma in allegato.

    «GARA DELLA  SOPRESSA» 15° edizione sabato 8 aprile 2017 a partire dalle ore 19.00 presso la sede dell’Associazione “Carve Viva” a Carve di Mel al civico n° 77 .

    Organizzata da “Carve Viva”, associazione  nata nel 2002 che con passione e caparbietà si adopera per mantenere vive tradizioni locali ed antichi mestieri affinchè non vadano persi, la manifestazione è una vera e propria gara in cui i concorrenti si sfidano con le loro sopresse rigorosamente prodotte secondo l’arte antica di lavorazione della carne di maiale.

    I membri della giuria, scelti tra appassionati ed esperti del settore , valuteranno aspetto, conservazione, profumo e gusto di ogni sopressa e decreteranno il vincitore.

    La festa , occasione imperdibile per chi desidera assaporare ancora oggi il gusto di un tempo e ritrovare le nostre radici , proseguirà fino … ad esaurimento scorte !!!

    TERZO CONCORSO DEL “PAN DI PASQUA D'ORO”   Sabato 08 aprile   in piazza a Col di Mel

    Il concorso, ideato e realizzato dal Comitato di Col di Mel per eleggere la migliore focaccia, è aperto a tutti gli appassionati che vogliono mettere alla prova la loro abilità culinaria.

    Trovate il regolamento nella locandina allegata.

    Una giuria premierà la focaccia più bella e quella più buona.

    La consegna delle focacce da parte dei concorrenti è prevista dalle ore 16.30 alle ore 17.30   presso il tendone in piazza a Col.

    Dopo la degustazione dei giurati e la premiazione alle ore 18.30, verrà dato modo a tutti di assaggiare i dolci.

    Al termine pastasciutta specialeAl campanil”.

    Per motivi organizzativi è gradita la prenotazione per la pastasciutta inviando un sms al numero 320 4871113 oppure direttamente presso la Macelleria Moret di Mel.

    Il ricavato sarà destinato alla ristrutturazione della chiesa di S. Lucia di Col.

     
     
    Il 13 aprile 2017 ore 15.00, al Museo etnografico di Seravella nel Comune di Cesiomaggiore , evento primaverile “Al museo con l' Om Salvarech, pecore e galline”.
    Un pomeriggio dedicato alla scoperta dei riti e delle tradizioni della Primavera e del periodo pasquale del nostro territorio, con un laboratorio manuale e per finire la merenda tutti!
    Maggiori informazioni nel volantino allegato. Prenotazioni  entro l'11 aprile al numero: 349 8129701.
     

“50 Sfumature di verde”, ciclo di quattro incontri dedicati alla conoscenza della natura e delle sue virtù organizzato dalla Pro Loco Zumellese che nelle scorse edizioni ha visto un crescente interesse di pubblico .

Gli incontri, ad ingresso libero, si terranno ogni mercoledì dal 12 aprile al 3 maggio presso il Palazzo delle Contesse di Mel alle ore 20.30 e sono rivolti a tutti coloro che vogliono avvicinarsi al mondo delle erbe officinali e spontanee, straordinarie fonti di benessere, e riscoprire gli antichi saperi e le tradizioni ad esse collegate.

Primo appuntamento mercoledì 12 aprile con “Alla scoperta dei semi : come sono fatti e come funzionano ” a cura di Claudio Mistura , paesaggista.

 

 Lunedì 17 aprile 2017 l’associazione culturale “Carve Viva” di Carve di Mel organizza la tradizionale  “Passeggiata di Pasquetta”, passeggiata naturalistico –salutare guidata alla scoperta dei dintorni di Carve: il giro di “Paltrac”, che vi consentirà di apprezzare e godere del paesaggio splendido nella sua semplicità e bellezza della nostra Valbelluna.

Agile passeggiata su percorso misto, strada asfaltata e sterrato, di circa 7,5 km., adatta a tutti, della durata di circa 2 ore, si svolgerà nei pressi di Carve di Mel, attraverserà un ponte sovrastante un profondo orrido sul torrente Maor, sosta presso un’ antica fornace per la produzione della calce con spiegazione del procedimento di fabbricazione e visita ad un moderno allevamento di cavalli Haflinger con annesso maneggio.

La passeggiata si concluderà con l’arrivo in piazza a Carve dove sarà possibile partecipare ad   una visita guidata alla chiesa di   S. Donnino che ospita  pregevoli opere, tra le quali una Sacra Famiglia con i santi Luigi e Rocco del celebre pittore zumellese Luigi Cima, una Via Crucis e altre opere lignee del famoso scultore locale Beppino Lorenzet.

Ristoro a circa metà percorso e brindisi finale.

L’evento è completamente gratuito ed aperto a tutti. Per informazioni cell. 366 4309768

Il ritrovo è fissato in piazza a Carve di Mel alle ore 14.15  

In caso di maltempo la passeggiata verrà annullata.

 

“PER STAR BENE MI MUOVO”

Ciclo di incontri su temi sanitari organizzati dal Comune di Limana, Assessorato alle Politiche Sociali. nell’ambito del Progetto Salute.

Primo appuntamento MARTEDI' 11 APRILE 2017 alle ore 20.30 presso la Sala riunioni del Centro Servizi per l'anziano di Limana.

 

Mostra “ADOTTA UN LIBRO: LEGGERE FA CRESCERE LA MENTE”

Duecentocinquanta elaborati grafico-pittorici degli alunni delle primarie dei plessi di Lentiai e Mel che hanno partecipato al progetto “Adotta un Libro: leggere fa crescere la mente”.

La mostra, organizzata dalla Società Operaia di Mutuo Soccorso presso l’Aula Magna della scuola di Lentiai, sarà visitabile nei giorni 13-14-15-18 Aprile dalle ore 15:00 alle ore 17:00

Inaugurazione MERCOLEDÌ 12 APRILE 2017 alle ore 18.00

 

“OSPITI A PALAZZO FULCIS”       VISITA GUIDATA ALLA CITTA’ DI BELLUNO E AL BORGO DI MEL

DOMENICA 23 APRILE 2017 alle ore 9:00 - Ritrovo di fronte al Museo civico, Via Roma 28

Itinerario affascinante e coinvolgente alla scoperta   del patrimonio artistico ed architettonico della città di Belluno e dell’antico borgo di Mel in compagnia di Patrizia Cibien – Guida Turistica autorizzata della provincia di Belluno.

Prenotazione obbligatoria entro il giorno precedente Cell. 327 5526262   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

GOCCE D'ARTE E NATURA   La pietra tra la Valle dell'Ardo e la città di Belluno

LUNEDÌ 24 APRILE 2017   Ritrovo: ore 9.00 al piazzale dello stadio di Belluno.

Facile escursione guidata che vi porterà a scoprire i segreti della pieta, un “viaggio” dalla natura alla città, con Patrizia Cibien – Guida Turistica autorizzata della provincia di Belluno ed una guida naturalistico ambientale della Cooperativa Mazarol.

Per ulteriori informazioni e prenotazioni Cell. 327 5526262   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

" TILMAN E LE MISSIONI ALLEATE NEL BELLUNESE"     Conferenza   sulla   Lotta di Liberazione nella provincia di Belluno

LUNEDÌ 24 APRILE 2017   ore 20.30   presso la Sala Riunioni del Municipio di Limana

Organizzata dal Comune di Limana in collaborazione con A.N.PI. "La spasema" - Sinistra Piave e ISBREC, la serata sarà introdotta dal Presidente della sezione "La spasema" Roberto Tacca e vedrà la partecipazione in qualità di relatori di Roberto Mezzacasa e Mirta Barbonetti dell' ISBREC (Istituto Storico Bellunese della Resistenza e dell'Eta' Contemporanea).

 

Presentazione del libro di Cristiana Sparvoli  " Cogli la prima mela"    Ricette e curiosità sul frutto più antico e salutare del mondo 

e Gran  tour dei meli secolari in fiore nella Valbelluna

 

MAGGIO TEATRALE ZUMELLESE

 

 

 

 

 

Secondo appuntamento della rassegna MAGGIO TEATRALE ZUMELLESE giunta alla 30° edizione :  “Le furberie di Scapino”

 

 

 

SABATO 3 GIUGNO   ore 21.00 presso la Palestra Comunale di Mel

 

 

 

 

 

Commedia brillante in tre atti di Moliere  interpretata da Il Nodo Teatro   Desenzano del Garda (BS) Ambientata a Napoli, è incentrata sulla storia di due coppie di giovani il cui amore, tuttavia, è contrastato dai rispettivi padri. Quando i due genitori rientrano in anticipo da un viaggio d’affari, entra in gioco Scapino, uno dei servitori che, inventandosi una serie di inganni, appunto le sue furberie, riesce a proteggere i quattro giovani. Quando viene scoperto dai due padri, con un’ultima bugia, si dichiara gravemente malato ma, ancora una volta, riuscirà a farla franca.

 

 

 

 

 

 

 

A SCUOLA da HARRY   POTTER” 

 

 

 

 

 

DAL 2 AL 4 GIUGNO 2017   AL CASTELLO DI ZUMELLE

 

 

 

 

 

Giornate magiche dedicate ai bambini e apprendisti maghetti…

 

 

 

L'intero Castello sarà dedicato alle ambientazioni del film e ci sarà animazione per bambini dalla mattina alla sera!

 

 

 

Durante la manifestazione la tipica taverna medievale si trasformera' nella taverna del paiolo magico dove verranno serviti piatti tipici britannici e la burrobirra per adulti e bambini!

 

 

 

 

 

HAPPERYMEL

 

 

 

 

 

SABATO 3 GIUGNO dalle ore 17.00 alle 24.00 nel Borgo di Mel

 

 

 

 

 

Secondo appuntamento con l’iniziativa organizzata dall'Amministrazione Comunale, dall'Associazione Vivamelio e dal Coordinamento Turistico Mel che accompagnerà tutta l'estate zumellese ogni primo sabato del mese sino a settembre con temi, intrattenimenti e spettacoli sempre nuovi.              

 

 

 

Il tema è… profumi di ciliegia, la serata sarà variamente animata con intrattenimenti per grandi e piccini (vedi programma allegato).

 

 

 

 

 

 

 

BOOKWEEK La settimana dei libri e degli autori

 

 

 

 

 

Iniziative culturali organizzate dal Comune di Trichiana (BL) in collaborazione con la Biblioteca Comunale e Pro Loco Trichiana in occasione del Premio Letterario Nazionale “Trichiana Paese del Libro”, nel 2017 alla XXVII edizione, che si terrà dal 20 maggio al giugno.

 

 

 

Tra le varie proposte: mostra “Dipinti su sassi dolomitici” di Elena Sanson, incontri con giornalisti e scrittori quali Massimiliano Virgilio, Alessandra Tedesco, Giovanni Viafora,  Antonio Maconi e Luca Mercalli, “Dolomiti Fantasy” manifestazione dedicata la mondo del gioco, del fantastico e del cosplay , il premio letterario "Trichiana Paese del Libro" e altro ancora.Trovate i dettagli su http://bwtrichiana.jimdo.com

 

 

 

 

Domenica 23 Aprile  alle ore 11.30 presso il Palazzo delle Contesse di Mel

 

Ritrovo  per il Gran tour dei meli in fiore  in Piazza a  Mel alle ore  8.30  e partenza con mezzi propri alle 9.00

 
-
 
"Partire, storie di emigrazione tra ieri e oggi"     serata di letture e musica
 
Venerdì 28 aprile alle 20.15presso il  Palazzo delle Contesse di Mel
 
La serata dedicata  ad un tema che tocca attualità e storia del territorio: l'emigrazione tra ieri e oggi,
organizzata dall'associazione "Voci di Passaggio" in collaborazione con Libreria Agorà con il patrocinio del Comune di Mel, 
sarà arricchita da intermezzi musicali del gruppo musicale Mustafà.
 
Per l'occasione la Libreria Agorà di Feltre applicherà uno sconto speciale sulle pubblicazioni.

 

GITA A MONTEFIORINO (MO)

DOMENICA 14 MAGGIO 2017 - iscrizioni entro il 4 MAGGIO

Montefiorino,  comune della provincia di Modena che fu sede della prima e più vasta Repubblica Partigiana d’ Italia.

E’ prevista la visita guidata al museo della Resistenza e della Repubblica Partigiana di Montefiorino.

La gita è organizzata dall’associazione A.N.P.I “La Spasema”.

Per informazioni rivolgersi a :    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Gallina Roberto tel. 3281645825 -Talamini Fabio tel . 3804374301

Trovate maggiori informazioni nel programma allegato

Vi segnaliamo inoltre che DOMENICA 30 APRILE dalle ore 14.30 alle 17.30 i volontari dell’Associazione “Amici di Cesana” vi aspettano per farvi conoscere ed apprezzare   la Chiesa di S. Bernardo a Cesana di Lentiai, il patrimonio  d’arte che custodisce e la sua storia

“RADICELE… i Sapori della Primavera”, la fiera dedicata alle erbe spontanee e ai loro derivati che animerà il centro storico di Mel dal 18 al 21 Maggio 2017

Mostra “GEOGRAFICARTE”      

presso il Centro Culturale Polifunzionale di Lentiai

Inaugurazione Sabato 20 maggio 2017 alle ore 19.30

La mostra “GEOAFRICARTE” è la conclusione di un articolato progetto realizzato dai bambini e dagli insegnanti della classe 5a della scuola primaria di Lentiai nell’anno scolastico 2015/2016.

Si potranno ammirare : più di 100 manufatti, provenienti dall’Africa Subsahariana, tra oltre 3000 esemplari appartenenti a 3 importanti collezionisti,     maschere, reliquari, bastoni, marionette, sedie, feticci realizzati dalle popolazioni africane per utilizzi religiosi, sacri e magici prodotti da varie etnie.

  • I lavori grafico-pittorici dei ragazzi, che si sono ispirati ai manufatti africani.
  • Alcune opere degli artisti Marco Bellotto, Walter Bernardi, Silvano Brancher, Patrizia Burigo,Santorossi, Renato Scarton e Franco Vergerio.

 La mostra , che gode del patrocinio del Comune di Lentiai sarà visitabile :

DOMENICA 21 MAGGIO   - SABATO 27 MAGGIO e   DOMENICA 28 MAGGIO 2017    dalle ore 10:00-12:00    16:00-19:00

DIPINTI SU SASSI DOLOMITICI”    Mostra personale di Elena Sanson

nella Saletta Cerimonie dietro il palazzo del Municipio di Trichiana

Inaugurazione Sabato 20 Maggio alle ore 18.00

La mostra, a ingresso gratuito, patrocinata dal Comune di Trichiana, sarà visitabile dal 21 Maggio al 4 Giugno 2017 nei seguenti orari :  da Martedi a Venerdi 15.00- 8.00     Sabato e Domenica 10.00 – 12.00   15.00 -18.00

Ingresso gratuito.

Segnaliamo “Gruppo di cammino” a partire da martedì 16 maggio 2017 , iniziativa aperta a tutti organizzata dall’Associazione “Insieme per Limana” con il patrocinio del Comune di Limana

E' un gruppo di persone di qualsiasi età che si ritrova per camminare insieme. Lo scopo: socializzare e migliorare la salute ed il benessere! La partecipazione è libera e gratuita.

E’ tempo “de cargàr montagna” , come dicono i malgari,cioè riempirla di mucche al pascolo secondo l’antica tradizione.

Abbiamo il piacere di invitarVi a trascorrere un pomeriggio speciale nello splendido paesaggio delle Prealpi Bellunesi dal panorama mozzafiato Sabato 27 Maggio 2017, torna infatti il tradizionale appuntamento organizzato dalla Comunità Montana Valbelluna e dal Comune di Mel :

“FESTA DI MONTICAZIONE IN MALGA CANIDI” in località Canidi nel comune di Mel

La festa inizierà a partire dalle ore 16.00 con l’alzabandiera a cura del Gruppo Alpini di Mel e Sernaglia della Battaglia e la Santa Messa cantata

Seguiranno rinfresco offerto dalla “Fattoria di nonno Bepi” di Sebastiano Parussolo, (gestore della malga), passeggiate, musica e tanta allegria.

Un’occasione per conoscere da vicino uno dei momenti particolari della vita dei malgari, per apprezzarne il prezioso lavoro a tutela del bellissimo territorio tanto apprezzato dai numerosi frequentatori delle nostre Prealpi e per farci riscoprire alcuni valori ormai dimenticati.

Segnaliamo inoltre :

LATTERIE APERTE in VALBELLUNA

DOMENICA 28 MAGGIO dalle 9.30 le latterie di Camolino (Sospirolo), Sedico, Lentiai, Valmorel (Limana), Frontin e S. Antonio Tortal (Trichiana) saranno aperte ai visitatori che potranno assistere alle tradizionali lavorazioni di burro, ricotta, schiz e formaggi e degustare le produzioni tipiche di ciascuna latteria.

Nell’edizione di quest’anno, in collaborazione con alcuni ristoranti della zona, sono proposte cene con degustazione guidata di formaggi delle latterie della Valbelluna con la partecipazione di assaggiatori Onaf.

La giornata sarà animata da dimostrazioni di arti antiche e mestieri, mostra di galli e galline, mungitura delle capre, esposizioni di macchine agricole storiche e attuali,   passeggiate e visite guidate, giochi per bambini.

Un viaggio alla scoperta delle migliori produzioni casearie del nostro territorio, un’occasione per ritrovare i sapori antichi e genuini.

IN CARROZZA: SI ARRIVA!”   Alla scoperta del mondo rimanendo a casa

VENERDI 26 Maggio 2017 ore 20.30   presso il Municipio di Limana

Serata organizzata dal Comune di Limana in collaborazione con la Biblioteca Civica di Limana e l’ Associazione Intercultura dedicata alle esperienze di studio all’estero con interventi di volontari di Intercultura in merito all’ospitalità degli studenti, testimonianze di ragazze ospitate ed di alcune famiglie ospitanti.

  

Conferenza “LA SANA ALIMENTAZIONE IN AMBITO ONCOLOGICO”

LUNEDÌ 29 Maggio 2017 ore 20.15 presso l'Oratorio Parrocchiale di Villa di Villa di Mel

Incontro organizzato da Farmacia Al Castello di Villa di Villa di Mel in collaborazione con   l'associazione Sana Forchetta onlus e Villa Favilla 2010 che vedrà l’intervento del DR. PAOLO BELLINGERI Medico Chirurgo - Nutrizionista Clinico in ambito oncologico e Responsabile Unità Operativa Cure Palliative ASL di Alessandria

  

INCONTRO CON L’AUTORE PAOLO BUA CORONA che presenterà il suo libro “NON SONO SOLO ZANZARE!”

MERCOLEDI 31 Maggio 2017 ore 20.30 presso la sala riunioni della Piscina Comunale di Santa Giustina

Serata organizzata da Alpinia Itinera ed Edizioni Giorgione con lettura di brani scelti e dialoghi con l’autore

Vi segnaliamo inoltre nell'ambito della manifestazione “Latteria aperte” DOMENICA 28 maggio la visita guidata gratuita ai Laghetti della Rimonta della durata di 1ora e mezza con partenza alle ore 10 dalla Latteria di Lentiai. Per l’occasione sarà possibile visitare la chiesetta di Bardies.

     “CARTE”   mostra mercato sulla carta e tutti i prodotti ad essa legati

 

che prenderà il via a Mel  Domenica 4 Giugno 2017 e si ripeterà ogni prima domenica del mese fino a novembre.

 

Dalle 9:00 alle 18:00 la suggestiva Piazza Papa Luciani sarà animata da libri vecchi e nuovi, prodotti di artigianato, oggettistica, stampe e arte.

Un' appuntamento che sarà sicuramente apprezzato dagli appassionati e da chi ama questo variegato mondo. Da non perdere !

Trovate informazioni più complete ed esaustive nel comunicato allegato.

Segnaliamo inoltre :

 

   “PRENDIAMOCI CURA DI NOI ...”   chi è lo psicologo (verità ' e pregiudizi), come può supportarci e perché incontrarlo

MARTEDÌ 6 Giugno 2017   ore 20.15   presso l'Oratorio Parrocchiale di Villa di Villa di Mel

Conferenza organizzata da Farmacia “Al Castello” di Villa di Villa di Mel in collaborazione con l'associazione Villa Favilla 2010. Interverranno gli psicologi e psicoterapeuti professionisti   Dott.ssa ERIKA CURTO e Dott. STEFANO VERRI.

La Provincia di Belluno

panorama-bellunoE' la provincia più estesa del Veneto, ma nello stesso tempo la meno popolata. E' attraversata dal fiume Piave, che nasce alle pendici del Monte Peralba e che taglia la provincia di Belluno in direzione nordest-sudovest.

La provincia è ricca di laghi, che pur frutto dello sfruttamento idroelettrico, sono inseriti in un contesto naturalistico straordinario; ne ricordiamo alcuni: il lago di Santa Croce rinomato per il wind e kite surf, il lago di Auronzo, il lago del Mis, il lago di Calalzo con i bellissimi laghetti di Lagole, il lago di Pontesei, il lago di Corlo, il lago di Busche e il lago della Stua.
Ci sono poi dei laghi naturali di montagna ubicati in ambienti incantevoli come il lago di Misurina, il lago di Coldai, il lago di S. Anna, il lago al rifugio Vandelli del Sorapiss, il lago Ghedina e molti altri.

Uniche sono anche le montagne che circondano la provincia di Belluno, che vanta più del 70% delle Dolomiti riconosciute dall'Unesco patrimonio dell'Umanità. La località montana più facilmente raggiungibile nei pressi della struttura è il Nevegal, che offre sentieri stupendi d'estate e anche delle belle piste da sci d'inverno, e raggiunge 1763 mslm sul colle del Visentin. Verso sud la Cima Grappa con 1775 mt sul livello del mare è la cima più alta delle prealpi feltrine; il versante a nord si affaccia su Fonzaso, Seren del Grappa e più marginalmente Feltre, bellissima cittadina medioevale tutta da visitare. Tra le cime delle Dolomiti senz'altro da visitare spiccano le vette maggiori e più rinomate quali: lo Schiara (2.565 m s.l.m.) la Marmolada (3343 m s.l.m.), l'Antelao (3263 m s.l.m.), il Cristallo (3153 m s.l.m.), il Sorapiss (3154 m s.l.m.), il Monte Civetta (3220 m s.l.m.), le Tofane sopra Cortina D'ampezzo (3243 m s.l.m.), le Tre Cime di Lavaredo (3001 m s.l.m.), il Piz Boè (3152 m s.l.m.) e il monte Pelmo (3168 m s.l.m.).

Di seguito alcuni link dei maggiori siti turistici del territorio, per pianificare al meglio qualche escursione o gita giornaliera:

Scarica le app della Provincia di Belluno

app Dolimiti live app way to the city